martedì 25 agosto 2015

Situazione S&P500 al 25-agosto-2015


Ed eccolo che inizia, lo scrollone ... dopo 6 anni di toro, il bear market è arrivato (era l'ora).
I segnali c'erano da tempo. Bastava vedere il daily o weekly: divergenza prezzo Rsi e prezzo che non riusciva a sfondare quota 2100.
Comunque, passiamo alla domanda fatidica: quando finirà ?

Fibonacci ci dice:
1- 1571 pt
2- 1402 pt
3- 1234 pt


I punti di rimbalzo sono comunque tutti da provare e andarci long.
Personalmente entrerò long a 1570pt che è anche il doppio massimo (decennale!!).
Se non dovesse reggere, stop loss stretto e si riprova al prossimo ritraccio dei 1400  ed infine 1235.




lunedì 24 agosto 2015

Pentax K-30: recensione dopo 1 anno di utilizzo


Da un annetto sono un felice possessore di una Pentax K-30, la mia prima reflex.
Perchè mai scegliere Pentax ? Nel mondo DLSR non esistono solo Canon e Nikon ?
Ho scelto Pentax per caso, pensando al portafoglio, perchè c'era un'offerta della K-30 con 2 obiettivi in kit (18-55 e 50-200) a 474 euro.
Com'è andata ? Credo sia stato uno dei migliori acquisti della mia vita.
Vediamo il perchè.

Innanzitutto linko la scheda su Wikipedia e la recensione su DPReview.
E adesso motivo il perchè ritengo questa macchina, ed il marchio Pentax, come una valida, validissima alternativa a Canikon.

In breve, i punti di forza:

1. Il prezzo: hai tanto ad un prezzo minore rispetto alla concorrenza
2. La tropicalizzazione. Credevo non mi servisse, invece ci sono state occasioni, tipo trekking montano e gite al mare, in cui sapere di avere il corpo tropicalizzato e resistente mi ha lasciato tranquillo nell'usare la macchina
3. Stabilizzazione dell'ottica sul sensore. Anche le ottiche vecchie Pentax, quelle analogiche, non stabilizzate funzionano come fossero stabilizzate.
4. Resa ad alti ISO, almeno alla pari dei concorrenti. Il sensore è Sony.
5. Costruzione solida: sembra di avere in mano qualcosa di difficilmente 'rompibile'
6. Il cinquantino, manuale , comprato usato a 50 euro, dalla resa superba !
7. Il prezzo.. ah l'ho già detto ? No è che il prezzo pagato per un hardware del genere è stato davvero irrisorio ! ;)

Cosa mi manca
1. Un monitor ad una maggiore risoluzione (che è presente sulle macchine di fascia piu' alta come la K-3 o K-5 ad esempio)
2. Il bracketing non limitato a 3 scatti, sarebbe stato bello averne 5 (problema minore, la verità è che 3 sono già sufficienti per un HDR)
3. Parte riprese video: la mancanza del fuoco continuo nelle riprese, e la mancanza di un jack per il microfono esterno. Faccio poco video, ma aver avuto quelle feature mi avrebbe invogliato.
4- L'LCD sulla spalla. Presente anch'esso sulla K-3/II e K-5
5- In minor misura il Wifi, giusto per rivedere subito le foto sul mio smartphone a 1920x1080.
Ma avessi avuto, come da punto 1, un monitor più definito ...
6- L'autofocus con motorino silenzioso. Niente di trascendentale, però ecco, questa credo sia la pecca piu' grande di Pentax ad oggi. Canikon focheggiano silenziosamente. Sulle queste reflex invece, sembra parta un frullatore!

Cosa non mi manca riguado alla scelta Pentax (benchè i detrattori del marchio puntino il dito ):
1. Le 150mila ;) ottiche di Canikon: grazie a Dio Pentax ne ha di meno. Grazie a Dio ed al mio portafoglio, che ringrazia.
La verità è  che tutte le focali principali sono coperte sia da Pentax che da Tamron e Sigma, sia luminosi che meno luminosi, alcuni anche pregiati (serie Limited).
2. L'usato: NI' . Io per ora ho trovato sempre l'usato che cercavo. E' vero, ce n'è di meno, ma c'è.
3. La Full Frame. A tanti Pentaxiani manca, a me no, ma loro ambiscono ad usi differenti, più professionali.

Riguardo alla K-30, non mi mancano:
4. I 24 megapixel (disponibili sulla K-3). 16 sono sufficienti per una stampa che avrei difficoltà ad appendere sul muro di casa mia da quanto sarebbe grossa.
5. La doppia scheda SD. Al momento non mi manca, magari un domani, quando perderò tutto lo shooting di giornata a causa di un fallimento dell'SD rimpiangerò il doppio alloggiamento SD.

La mia conclusione
Alla fine, fotografo per passione e non per lavoro. Scattassi per lavoro, il prezzo dell'attrezzatura sarebbe stato secondario (credo pure scaricabile dalle tasse),  e comunque, sarebbe stato idoneo e sensato scegliere Canikon per non essere diverso o da meno rispetto agli altri professionisti del settore.
Essendo solo un fotoamatore, ritengo che Pentax dia tutto quello che serve per fare foto belle, della stessa qualità di Canikon, al pari delle sue ottiche... spendendo quasi la metà.



giovedì 16 luglio 2015

Photoshop portrait retouch


Ecco alcuni ritocchi che ho realizzato con Photoshop in queste mie prime settimane di apprendimento da autodidatta.


Prima

Dopo

Prima (bilanciamento del bianco completamente sbagliato)

Dopo

Prima

Dopo

Prima (sottoesposta)

Dopo


Prima

Dopo



lunedì 4 maggio 2015

Update: situazione paese Italia

Per analizzare l'operato di un governo, al netto di disastri naturali, eventi straordinari, a mio giudizio, basta guardare 3-4 grafici, sull'andamento degli indicatori chiave.

Tasso di disoccupazione
Notate l'impennata dal 2007: non accenna a frenare.
Altro che Jobs act o diminuzione delle garanzie per il lavoratore che dovrebbero.. aumentare l'occupazione.

Tasso di disoccupazione giovanile
Forse l'indicatore più tragico: si è passati da un 20% a più del doppio, il 45%. 
Considerate che, i lavoratori in Stage a 300 euro al mese (o a 600 i più fortunati), NON contano come disoccupati. 

Pil pro capite
Questo indicatore invece, lo ritengo tra i più significativi per spiegare un concetto chiave di dove siamo, e dove stiamo andando: per la prima volta in 60 anni, c'è una flessione, indice che "la ricchezza" pro capite sta diminuendo. Ossia, ci stiamo impoverendo. Punto. 

I motivi ? 
Il primo motivo a mio giudizio è l'Euro. Quando parliamo di Euro parliamo del sistema della moneta unica. Una moneta unica per paesi ed economie profondamenti differenti è un .. suicidio. 
Un paese DEVE necessariamente avere una sovranità monetaria. Perchè ? Perchè in momenti di crisi, deve potersi stampare moneta, che a quel punto si svaluta (sul mercato dei cambi) rendendola debole: se una moneta è debole, i tuoi prodotti, ciò che esporti sono a buon mercato. Ergo, una Fiat 500 (sempre che sia prodotta qui) può competere ad un prezzo minore con una Volkswagen (magari meglio costruita e più prestigiosa). 
Se hai una moneta unica, vince solo uno: chi ha e fa i prodotti migliori, al prezzo minore o allo stesso prezzo dei concorrenti. 
Quindi, vince la Germania. 
L'unico modo per competere, è quello di svalutare i salari: fai lavorare la gente a meno, a 300 euro al mese, così i tuoi prodotti costeranno meno e potranno ri-competere con la VW, la Bmw etc. etc. 
Va da sè, che i tuoi operai ed impiegati tornano ad un livello salariale del 1800. 
Dura da digerire per le giovani e vecchie generazioni. 

Altri motivi sono da imputare: 
- Il debito pubblico che ci sta uccidendo in quanto ad interessi passivi
- La corruzione (che ha creato questo debito pubblico) 
- Le tasse alte, necessarie per ripagare il debito pubblico (in primis) e per ingrassare i politici: le tasse alte fanno scappare o chiudere le aziende. E queste creano disoccupazione. 

A tutti coloro che invece imputano ai dipendenti pubblici, al peso delle pensioni, alla sanità. Io dico solo che non ci credo. Dico che in Germania, Svizzera, nord europa, hanno un walfare molto più costoso, molto più generoso ed evoluto del nostro e lo riescono a mantenere. 

Soluzioni ? 
Uscita dalla moneta unica (stampiamoci la lira) e stop al pagamento degli interessi sul debito. Ripaghiamo solo il capitale. 

Conseguenze ? 
Possibili conseguenze negative nei rapporti con gli altri paesi creditori: di quale entità non lo so. Di certo so che i rapporti commerciali continueranno (esporteremo ed importeremo come prima, forse più di prima). 

Nota finale: mi sembra OVVIO che continuare su questa via sia impossibile. Tasse sempre più alte, sempre meno lavoro, assalto al risparmio privato tra imu, patrimoniali mascherate da bolli etc (questo è il comunismo del 2000, è il comunismo dell'Europa). 
Quindi a tutti i miei cari concittadini che non vedono altre strade se non quelle tracciate dai nostri politici, consiglierei di aprire la mente, di immaginare un mondo ed un Italia diversa. 



lunedì 15 dicembre 2014

Il Rublo




E' il momento di farsi un viaggetto in Russia ?

O siamo di fronte alla prossima guerra mondiale ?